Tutti Fotografi, Febbraio 2015

Codice articolo: TF02_2015
Disponibilità: Disponibile

Libri
Editore Editrice Progresso
Formato 210x285mm
Lingua Italiano
Pagine 136

Opzioni disponibili

4.50€
-+
Descrizione

TF febbraio: il test della Nikon D750 e il Wildlife Photographer of the Year

La Nikon D750 è una reflex interessante perché preferibile sotto diversi aspetti alla D810. Ha una raffica più veloce e l’autofocus più sensibile. Per contro la risoluzione è inferiore, ma non è detto che questo sia un inconveniente, in quanto la gestione delle immagini è più agevole. Rispetto al modello più professionale la D750 presenta alcune limitazioni: mancano lo slot per le memorie CF e il tempo di otturazione 1/8000s, mentre il sincro flash si ferma a 1/200s.
Per contro sono presenti alcune funzioni utili per il fotoamatore, come le modalità scene, i filtri speciali ed il supporto al Wi-Fi.

Michael Nichols ha vinto il concorso Wildlife Photographer of the Year; non è una novità che ama la tecnologia e spinto dalla continua riduzione dell’habitat dei leoni, ha voluto fotografare in modo del tutto nuovo gli animali del parco nazionale del Serengeti in Tanzania per raccontare la loro vita come non era mai stato fatto prima. Per avvicinarsi quanto più possibile e osservare il loro comportamento senza disturbarli si è dotato di un drone e di un piccolo robot.

CamRanger è un sistema innovativo che estende le normali funzionalità delle reflex Canon e Nikon, e non solo le recenti, ma anche quelle datate. Consente infatti la gestione remota attraverso una connessione Wi-Fi, rendendo di fatto possibile controllare una fotocamera posta a distanza.
Il dispositivo va collegato fisicamente alla fotocamera tramite il normale cavo Usb in dotazione alla reflex; una volta avviato, basta collegare un computer, uno smartphone o un tablet alla rete Wi-Fi generata dal CamRanger e il gioco è fatto: possiamo comodamente gestire a distanza la nostra reflex.

Il test MTF è dedicato al Canon 18-135mm STM e al Leica Panasonic Summilux 15mm f/1.7. La correzione via software della distorsione si va diffondendo, come si vede da questi due obiettivi; è una correzione facile da eseguire, basta che il software disponga delle informazioni sullo schema ottico dell’obiettivo, e permette di ridurre i costi di produzione e di realizzare schemi ottici più semplici, quindi più compatti. La controindicazione è la necessità di scattare in Jpeg, oppure di sviluppare il Raw con programmi in grado di eseguire la correzione. Sempre sperando che in futuro tali obiettivi continuino ad essere supportati.
Altri test riguardano la Fuji X100T, la Samsung NX1 e lo smartphone Samsung Galaxy S5.

Per le immagini abbiamo intervistato il brasiliano Ricardo Teles. Nel corso degli ultimi anni ci sono stati grandi movimenti migratori all’interno del Brasile, con profonde conseguenze economiche, sociali e ambientali: dagli stati nord verso le regioni industriali e di servizi dello stato di San Paolo, dalla costa all'entroterra occidentale. Allo stesso modo ci sono state migrazioni dagli stati del sud verso le regioni centro-occidentali e il nord, per seguire lo sviluppo agricolo del paese.
Queste migrazioni sono state rese possibili dalla costruzione di strade di collegamento tra le diverse regioni e Ricardo Teles ha vissuto in prima persona la vita e il lavoro che ruotano intorno a queste strade.

Abbonandosi è possibile sfogliare subito il fascicolo online

Scopri le occasioni su Fotomercato

FotografiaStore.it © 2019 - Credits: imaginae.it